AUTOCLAVE PRESTIGE 9 lt

890,00

Descrizione

AUTOCLAVE CLASSE N
– Capacità: 9 Litri
– Dimensioni:
– Larghezza 34 cm
– Altezza 33,5 cm
– Profondità 34 cm
– Peso: 4,5 kg

Chiave delle illustrazioni, dei diagrammi e dei simboli
Grazie per aver acquistato l’autoclave 2100 Classic della concepita per sterilizzare strumenti solidi e non avvolti. Togliere l’autoclave dalla
confezione e controllare che non sia stata danneggiata durante il trasporto. In caso si notino eventuali danni arrecati all’unità, rivolgersi
immediatamente al proprio fornitore.
Oltre all’unità e al manuale operativo, la confezione contiene:
Cavo rete di alimentazione
Accessori per gli strumenti
Certificato di prova
Certificato di conformità
Scheda di registrazione per la garanzia
Controlli:
A – Valvola di Depressurizzazione
B – Tasto Inizio Ciclo
C – Indicatore Aumento Pressione
D – Quadro Controlli
E – ATTENZIONE!
Il bordo superiore non è un’impugnatura – non servirsene per
togliere il coperchio né per sollevare l’autoclave. Usare solo i
manici sui lati.
SUPERFICI BOLLENTI! Non toccare il bordo superiore durante
un ciclo o a ciclo concluso.
Figure:
F1 – Coperchio allineato con la macchina, girare in senso orario
per chiudere
F2 – Coperchio in posizione chiusa
Spie Indicatrici:
L1 – Spia di Alimentazione “Accesa” – si illumina in VERDE
L2 – Spia di Riscaldamento – si illumina in ARANCIONE
L3 – Spia di Sterilizzazione – si illumina in GIALLO
L4 – Spia di Sterilizzazione terminata – si illumina inVERDE
L5 – Spia di Guasto – si illumina in ROSSO
Simboli di Avvertimento:
W1 – Attenzione, rischio di scossa elettrica
W2 – Attenzione, leggere il manuale prima di usare l’autoclave
W3 – Attenzione, l’unità deve essere messa a terra
W4 – Attenzione, rischio di ustioni
58
Le seguenti descrizioni si riferiscono alle illustrazioni dei comandi, alle spie dei display e ai simboli operativi riportati alla pagina 3 di questo
manuale.
ATTENZIONE!
Non toccare la macchina o il coperchio, poiché queste superfici diventano bollenti

INIZIALIZZAZIONE

Prima di usare l’autoclave per la prima volta, leggere attentamente questo manuale per familiarizzarsi con il funzionamento dell’unità. Si
consiglia vivamente che tutti gli operatori dell’autoclave ricevano opportuno addestramento relativamente al suo funzionamento.
L’autoclave è facilissima da usare. Seguendo questa semplice sequenza operativa insieme alle illustrazioni dell’autoclave, dei comandi, del
pannello dei display e dei simboli operativi (pagina 3), l’operatore potrà sterilizzare correttamente i propri strumenti ogni volta.
1. Acqua
Riempire l’unità fino all’indicatore di livello dell’acqua all’interno
della camera con 0,75 l di acqua distillata o deionizzata
NON USARE ACQUA DEL RUBINETTO O RIEMPIRE
ECCESSIVAMENTE.
2. Caricamento (strumenti solidi).
Porre SOLO strumenti NON AVVOLTI e LAVATI insieme ad una
striscia TST nel cestello o nelle cassette portastrumenti e mettere
questi nell’unità.
Se si usa il cestello, mettere il supporto a ‘V’ di metallo in fondo
all’unità. In questo modo gli strumenti e le strisce TST non saranno
nell’acqua.
Le strisce TST vanno collocate il più vicino possibile al centro del
carico.
3. Chiusura
Mettere sempre il coperchio sull’autoclave con la Valvola di
Depressurizzazione (A) aperta.
Allineare il coperchio e la macchina (F1) quindi ruotare in senso
orario, controllando che il coperchio si chiuda completamente (F2).
Chiudere la Valvola di Depressurizzazione (A) affinché risulti allineata
rispetto al simbolo “O” sul coperchio.
Non lasciare mai nella posizione mostrata nella F1
4. Collegamento cavo
Collegare il cavo fornito alla parte posteriore dell’unità e inserire la
spina in una presa della rete di alimentazione MESSA A TERRA dalla
GIUSTA tensione
Spie: L1 si accendono in VERDE.
5. Accensione
Avviare il ciclo di sterilizzazione premendo il tasto (B)
Spie: L1 si accendono in VERDE
L2 si accendono in ARANCIONE
– Con l’aumentare della temperatura, l’aria verrà
spostata dal vapore attraverso il dispositivo di sfogo
dell’aria posto nel coperchio fino a quando questo non si
chiude con un suono udibile (“click”) sigillando l’unità.
L’indicatore di pressione (C) mostrerà un valore
maggiore indicando che l’unità è ora pressurizzata.
– La temperatura di sterilizzazione viene raggiunta quando:
Spie: L1 si accendono in VERDE
L2 lampeggia in ARANCIONE
L3 si accendono in GIALLO
– Il ciclo di sterilizzazione è completo quando:
suona l’avvisatore acustico interno.
Spie: L1 si accendono in VERDE
L4 si accende in VERDE
6. Depressurizzazione
Una volta completato il ciclo di sterilizzazione, l’unità va
depressurizzata e fatta raffreddare prima di rimuovere il coperchio e
gli strumenti sterilizzati.
Il tempo necessario prima che sia sicuro rimuovere il coperchio e gli
strumenti può essere accorciato depressurizzando manualmente
l’unità.
Aprire la valvola di depressurizzazione (A) girandola lentamente in
senso antiorario.*
L’indicatore di pressione (C) mostrerà un valore minore dopo che è
uscito il vapore.
*Attenzione: Dalla parte posteriore del bordo superiore della
macchina fuoriuscirà un getto visibile ed udibile di vapore.
7. Apertura
Si potrà aprire il coperchio quando la temperatura e la pressione
avranno raggiunto un livello sicuro.
Controllare che la valvola di depressurizzazione (A) sia aperta.
Togliere il coperchio girandolo in senso antiorario (F1).
8. Rimuovere gli strumenti
Sollevare il coperchio e con cautela metterlo capovolto su una
superficie di lavoro solida e far raffreddare. Controllare che la
valvola di depressurizzazione (A) sia nella posizione chiusa per
evitare di danneggiarla.
L’unità ha completato con successo un ciclo se la 126°C “macchia”
sulla striscia rivelatrice TST è cambiata completamente di colore
passando da giallo a porpora..
A questo punto si possono togliere dall’unità il cestello o le cassette
contenenti gli strumenti sterilizzati.
Per evitare danni, sostituire il coperchio secondo le istruzioni riportate
al punto “3”.
*N.B. Se la “macchia” non è completamente cambiata di colore,
usare un’altra striscia TST ed avviare un nuovo ciclo. Se la
“macchia” non cambia colore anche nel secondo caso, non usare
l’unità fino a quando non è stata controllata da un tecnico
qualificato.
NON USARE GLI STRUMENTI SE NON E’ STATO CONCLUSO UN
INTERO CICLO DI STERILIZZAZION

FUNZIONAMENTO CONTINUO

anni d’uso per cui è stata concepita, è importante tener presente alcuni aspetti relativamente al
funzionamento dell’unità ed eseguire ogni settimana le semplici procedure di cura e manutenzione.
60
Assicurarsi…..
1…di leggere queste istruzioni e di seguire sempre la sequenza
operativa.
2…Il piano di lavoro su cui collocherete l’autoclave deve essere
solido e piano.
3…che gli strumenti siano stati concepiti per resistere alle
temperature di sterilizzazione selezionate, siano ben puliti e
risciacquati prima di sterilizzarli e che non superino la lunghezza
ed il carico massimo specificati – vedere la sezione “Dati
tecnici”.
4… che il livello dell’acqua venga regolarmente mantenuto usando
solo acqua pulita distillata o deionizzata.
5… che l’unità sia collocata in un ambiente “privo di correnti” e ad
una distanza di almeno 250 mm dalle pareti adiacenti.
6… di usare solo la guarnizione verde (219500) e che venga
sostituita alla fine della sua vita utile, se il danno è visibile, o in
caso si sia verificato un ritiro. Vedere “Guasto – 5”.
7… che il coperchio sia ben chiuso quando l’unità non viene usata
per evitare il rischio di danni accidentali. Non lasciarlo mai in
posizione (F1).
8… di indicare i dettagli relativi al modello, il numero seriale e la
data di acquisto quando ci si rivolge alla Prestige Medical o al
proprio fornitore.
Non…
1… non toccare l’unità quando è in funzione – può essere MOLTO
CALDA.
2… non cercare di rimuovere il coperchio l’unità è in funzione.
3… perdere questo manuale delle istruzioni.
4… aggiungere all’acqua eventuali sostanze chimiche di qualsiasi
tipo.
5… tentare di sterilizzare sostanze volatili, materiali tossici o carichi
non appropriati.
6… collocare l’unità su superfici sensibili al calore, ad esempio legno
lucidato o vetro molato
7… aprire la valvola di depressurizzazione (A) durante il ciclo di
sterilizzazione.
8… lasciare la valvola di depressurizzazione (A) nella posizione
“aperta” quando si mette il coperchio capovolto sopra una
superficie di lavoro.
9… immergere l’unità o il cavo elettrico nell’acqua durante la pulizia
dell’unità.
10. usare materiali abrasivi o lubrificanti quando si pulisce l’unità.
11. far cadere l’unità o usarla in maniera impropria.
12..usare in aree di rischio associato a materiali o gas infiammabili.
13..tentare di sostituire i fusibili se l’unità non è stata scollegata dalla
rete di alimentazione. I fusibili vanno cambiati solo da personale
qualificato.
14. allungarsi sopra l’unità quando si rimuove il coperchio in quanto
vi è pericolo di bruciarsi con il calore o vapore che sale verso
l’alto.
15. Premere il tasto di avvio dopo che è iniziato il
ciclo per azzerare il timer del ciclo.
Cura e manutenzione
Guarnizione rossa
1. Rimuovere la guarnizione dall’interno del coperchio e pulirla con
acqua saponata calda.
2. Risciacquare bene, asciugare agitando e non passarvi un panno.
3. Rimettere la guarnizione nel coperchio infilandola in maniera
omogenea sotto tutte le linguette iniziando dal dispositivo di
spostamento della guarnizione. Potrebbe apparire leggermente
grinza fino a quando non viene usata.
4. Cambiare la guarnizione quando inizia a mostrare segni di
perdite.
Autoclave
5. Se una nuova guarnizione dovesse perdere occasionalmente o
continuamente, pulire delicatamente la superficie di sigillatura sia
del coperchio che dell’involucro dell’unità con un tampone
“Scotchbrite” facendo attenzione a non rimuovere del metallo.
Risciacquare entrambe le superfici ma non asciugare.
6. Pulire sia l’interno che l’esterno dell’autoclave con acqua
saponata calda facendo in modo di non bagnare le parti
elettriche.
7. Monitorare il primo ciclo del giorno per controllare che il
dispositivo di sfogo dell’aria che si trova all’interno del coperchio
si chiuda con un suono udibile (“click”).
8. La Prestige Medical consiglia di tarare l’unità ogni sei mesi.
9. Lubrificare la parte disotto delle linguette dell’involucro con della
“vaselina” se il coperchio non si apre e chiude bene.
NON LUBRIFICARE LA GUARNIZIONE

Localizzazione dei guasti
61
Nel caso in cui si verifichi un guasto durante una qualsiasi delle fasi di funzionamento dell’unità, localizzare il guasto facendo riferimento alle
descrizioni riportate di seguito. Il guasto può essere corretto seguendo il rimedio del guasto applicabile al problema incontrato.
Italiano
Indicazione / descrizione / rimedio del guasto
Guasto 1 – Mancanza di alimentazione all’unità
Spia: L1 non si accende.
Fusibile fuso / Presa difettosa /
Cavo della rete di alimentazione non collegato
Controllare che il cavo della rete di alimentazione sia
collegato.
Controllare / sostituire il fusibile.
Controllare l’alimentazione alla presa.
Guasto 2 – Basso livello o esaurimento dell’acqua
Spia: L5 lampeggia in ROSSO
Attendere fino a quando l’unità non si sia raffreddata
prima di riempirla fino al livello giusto.
Scollegarla dalla rete di alimentazione e poi
ricollegarla e ripetere il ciclo.
Se il guasto dovesse ripetersi nonostante si abbia una
quantità sufficiente d’acqua, chiamare un tecnico.
Guasto 3 – Mancata sterilizzazione
Spia: L4 non si accende in VERDE
e non si ode l’avvisatore acustico.
Scollegare l’unità dalla rete di alimentazione e poi
ricollegarla e ripetere il ciclo.
Se il guasto dovesse persistere, chiamare un tecnico.
Guasto 4 – Incompleto ciclo di sterilizzazione
La striscia TST non cambia / cambia completamente
colore.
Controllare la data di scadenza delle strisce TST.
Scollegare l’unità dalla rete di alimentazione e poi
ricollegarla e ripetere il ciclo.
Se il guasto dovesse persistere, chiamare un tecnico.
Guasto 5 – Vapore o acqua fuoriescono dal di sotto del
coperchio
i) Guarnizione consumata o sporca
Lavare la guarnizione e le superfici di sigillatura
sull’involucro e sul coperchio secondo le istruzioni
riportate sotto “Cura e manutenzione”.
Se il guasto dovesse persistere, sostituire la
guarnizione con una nuova.
ii) Coperchio chiuso incorrettamente
Controllare che l’unità sia completamente
depressurizzata aprendo la valvola di
depressurizzazione (A). Rimuovere il coperchio e
rimetterlo bene.
Scollegare l’unità dalla rete di alimentazione,
ricollegare e ripetere il ciclo.
Guasto 6 – Vapore o acqua eccessivi che fuoriescono
dalla valvola di depressurizzazione (A).
La valvola di depressurizzazione (A) nella posizione
“APERTA”.
Chiudere la valvola di depressurizzazione (A).
Guasto 7 – Valori incorretti indicati sui dispositivi di
misurazione*
* Rilevante solo per i modelli “Plus”.
Scollegare l’unità dalla rete di alimentazione,
ricollegare e ripetere il ciclo.
Se il guasto dovesse persistere

INFORMAZIONI SUL MODELLO

sicurezza
1. Nella parte posteriore del coperchio, sotto la copertura, si trova
una molla chiamata dispositivo di spostamento della guarnizione
concepita per prevenire l’accumulo di pressione in caso il
coperchio sia stato montato in maniera sbagliata.
NON MANOMETTERE QUESTO DISPOSITIVO DI SICUREZZA.
2. Se per un qualsiasi motivo la temperatura dovesse scendere al di
sotto della temperatura minima di sterilizzazione richiesta,
facendo spegnere la spia della temperatura di sterilizzazione (L3),
il timer del ciclo inizierà di nuovo da zero una volta che è stata
ripristinata la temperatura giusta.
3. In caso di un guasto elettrico o elettronico che causa un
accumulo di pressione oltre quella normale operativa, uno o tutti
i seguenti dispositivi di sicurezza verranno attivati.
i) La valvola di depressurizzazione (A) farà uscire velocemente
il vapore con un rumore udibile.
ii) La guarnizione si “estrude” attraverso la fessura
posta nella parte posteriore del coperchio
liberando velocemente pressione e vapore in
eccesso.
iii) Un termofusibile non azzerabile che si trova nella base
dell’unità si ‘fonderà’ quando l’unità raggiunge una
temperatura predefinita disabilitando l’alimentazione.
In caso uno dei dispositivi descritti sopra dovesse attivarsi,
seguire le istruzioni riportate di seguito.
a) Non toccare l’unità.
b) Spegnere l’unità alla presa a muro e togliere la spina.
c) Attendere fino a quando la temperatura e la
pressione non siano diminuite prima
i) di toccare l’unità
ii) rimuovere gli strumenti.
d) Non cercare di avviare di nuovo l’unità.
e) Chiamare immediatamente un tecnico.
Nel caso in cui qualcosa

Specifiche tecniche –

Autoclavi con involucro standard

Altezza 335 mm
Larghezza 340 mm
Peso netto 4,5 kg
Capacità 9 litri
Dimensioni camera interna (p/a)
210/230 mm
Lunghezza max. strumenti 228 mm
Carico max. 3,0 kg
Specifiche tecniche – Autoclavi con involucro standard

Autoclavi con involucro esteso
Altezza 420 mm
Larghezza 340 mm
Peso netto 4,5 kg
Capacità 12 litri
Dimensioni camera interna (p/a)
210/270 mm
Lunghezza max. strumenti 290 mm
Carico max. 3,0 kg
– Autoclavi con involucro esteso
Altezza 582 mm
Larghezza 340 mm
Peso netto 4,5 kg
Capacità 16.8 litri
Dimensioni camera interna (p/a)
210/444 mm
Lunghezza max. strumenti 460 mm
Carico max. 4,.0 kg

Autoclavi con involucro super esteso

Altezza 582 mm
Larghezza 340 mm
Peso netto 4,5 kg
Capacità 16.8 litri
Dimensioni camera interna (p/a)
210/444 mm
Lunghezza max. strumenti 460 mm
Carico max. 4,.0 kg

Fusibili – I fusibili si trovano sotto il modulo di controllo. I fusibili
F7,5A 32 x 6,3 mm riempiti con sabbia di ceramica. Il fusibile
superiore della spina per la rete di alimentazione (sostituibile da
parte dell’utente) è F13 A conforme a BS 1362 SOLO PER IL
REGNO UNITO.
Potenza nominale – Tutti i prodotti offrono prestazioni per
servizio continuato, ai fini del funzionamento intermittente.
Involucro – Alluminio imbutito.
Coperchio – Alluminio colato.
Elemento riscaldante – Elemento riscaldante elettrico fissato
meccanicamente e montato esternamente sulla superficie.
Salvamotore – Termofusibile.
Pressione – Valvola primaria del tipo proporzionale, tarata.
Temperatura max. guasto singolo – 133.3°C
Categoria sovratensione – Gruppo II
Livello di inquinamento – Gruppo 2
Condizioni ambientali – uso in ambienti interni
– altitudine fino a 2000 m – temperatura compresa tra 5 e 40°C –
umidità massima relativa dell’ 80% per temperature fino a 31°C che
diminuisce linearmente al 50% di umidità relativa a 40°C. – le
variazioni della tensione di rete non devono superare il +10% della
tensione nominale.
Collegamenti di ingresso – Formato ‘sotto tensione’ della presa di
ingresso della rete di alimentazione conforme a IEC 302.
Arresto di emergenza – Vedere ‘Salvamotore’ che va azzerato solo da
un tecnico qualificato.
Imballaggio – Tutti i materiali usati per l’imballaggio sono riciclabili

Informazioni addizionali
Italiano
63
Parti di ricambio
Per quanto riguarda la manutenzione dell’autoclave è necessario
usare solo le parti di ricambio fornite o specificate dalla Prestige
Medical. L’uso di parti non autorizzate annulleranno eventuali
garanzie concesse e potrebbe avere un effetto avverso sulla
prestazione e sicurezza dell’unità.
Accessori
Sono disponibili gli accessori per l’autoclave descritti di seguito ed
illustrati a pagina 76. Rivolgersi al proprio fornitore per ulteriori
dettagli.
1 – 219294 – Dispositivo di sollevamento
2 – 219293 – Vaschetta generale portastrumenti
3 – 219292 – Cestello standard
4 – 219295 – Supporto a ‘V’
5 – 229310 – Vaschetta portastrumenti odontoiatrici
6 – 219291 – Cassetta portastrumenti
7 – 249025 – Rack portacassette
8 – 219296 – Cestello portastrumenti esteso
9 – 229216 – Guarnizione verde al silicone
10 – 259277 – Strisce rivelatrici TST
11 – 219258 – Set cavi GB
12 – 219299 – Set cavi UL
13 – 219297 – Set cavi Europa
14 – 219509 – Cestello extra large (Solo 210030/34)
Garanzia
La Prestige Medical, nei primi 12 mesi dalla data di acquisto
dell’unità, provvederà a riparare o sostituire gratuitamente qualsiasi
parte che sia difettosa a livello di lavorazione e/o materiale.
L’elemento riscaldante (solo) è coperto da una garanzia per tutta la
vita utile.
La Prestige Medical non sarà tenuta a provvedere quanto
sopraindicato nel caso in cui l’acquirente non abbia osservato le
istruzioni a corredo dell’unità o se l’autoclave è stata usata in
maniera impropria, manomessa, alterata, riparata o sottoposta a
manutenzione da parte di persone non autorizzate. Questo potrebbe
anche ridurre la protezione fornita dall’unità.
Questa garanzia esclude la guarnizione, tutti gli accessori interni e i
consumabili.
I diritti del consumatore ai sensi di legge rimangono inalterati.
Materiali per la pulizia:
• Detersivo delicato per i piatti.• Detersivo cremoso non abrasivo. •
disinfettante diluito con acqua (non a base di cloro)
Decontaminazione del prodotto
In caso l’unità debba essere riparata, è necessario decontaminarla
secondo una procedura riconosciuta prima di renderla o della
riparazione in sito. Una dichiarazione dello stato di contaminazione
dell’unità deve essere messa a disposizione con il prodotto.
(Informazioni su un’eventuale procedura adatta sono disponibili su
richiesta).
Approvazioni:
Nota – Si prega di richiedere informazioni dettagliate sulle
approvazioni specifiche del proprio modello.
BS3970 Part 4 (pressure vessel only) CE Mark – Medical Device
Directive (93/42/EEC)
Imballaggio
Tutti i materiali usati per l’imballaggio sono riciclabili e si prega di
smaltirli in maniera appropriata.
N.B. L’inglese è la lingua originale ai fini di queste istruzioni. Tutte le
versioni in altre lingue sono traduzioni del testo inglese

Gima