Per effettuare trattamenti professionali di laserterapia apparecchi portatili sono l’ideale, perché possono essere trasportati con facilità in caso di prestazione in luoghi differenti dallo studio. 

I nostri apparecchi per laserterapia concentrano tutta l’efficacia di laser professionali ad alta potenza in dispositivi dalle dimensioni contenute, di facile utilizzo e 100% Made in Italy.

LASER HPLS: LASER AD ALTA POTENZA AD USO MEDICO DI ULTIMA GENERAZIONE

In campo medico i LASER più efficaci sono i LASER HPLS (High Power LaserS), in virtù dell’elevata potenza erogata, capace di arrivare a stimolare in tempi rapidi la rigenerazione cellulare negli strati più profondi dei tessuti trattati. 


I nostri LASER ad alta potenza sono apparecchi portatili per laserterapia con tecnologia di ultima generazione. Hanno lunghezze d’onda che vanno da 810 a 1064 nm e potenza massima di 12 W. Il loro utilizzo è consigliato nella terapia di patologie di natura artrosica o reumatica, nell’ambito della medicina dello sport e per trattamenti estetici, soprattutto dermatologici.

RICHIEDI INFORMAZIONI SUI NOSTRI LASER AD ALTA POTENZA

SALAPIUM LASER Nd:YAG 1064 (HPLS)

L’apparecchio per laserterapia SALAPIUM LASER Nd:YAG 1064 (HPLS) emette energia da sorgente diodica a 1064 nm, la lunghezza d’onda entro la “finestra terapeutica laser” che permette la minor dispersione nei tessuti biologici, con conseguente penetrazione profonda negli stessi e assorbimento massimizzato. È un apparecchio portatile che raggiunge una potenza modulabile fino a 12 W, capace di veicolare l’energia in profondità nei tessuti. 

La laserterapia SALAPIUM LASER Nd:YAG 1064 (HPLS) può lavorare in due modalità: continua, emettendo una potenza fino a 12 W, oppure pulsata Duty Cycle, alternando ad un tempo di proiezione laser un tempo di non emissione. Infatti, questo laser terapeutico di ultima generazione nasce grazie alla tecnologia Sy.L.Po.T. (System Laser Power Therapy) messa a punto in Italia da EME physio, che prevede l’emissione di elevate potenze di picco (100-3000 W) tramite impulsi brevi a una frequenza piuttosto bassa (10-30 Hz). Questa modalità consente di non superare la soglia termica oltre la quale si verificano lesioni cutanee e tissutali, in quanto durante il periodo di pausa tra un impulso e l’altro si ha dissipazione del calore sviluppato dal fascio laser. 

Grazie alla laserterapia SALAPIUM LASER Nd:YAG 1064 (HPLS) è possibile ottenere ottimi risultati nel trattamento di tutti gli stati infiammatori muscolo-scheletrici, inducendo, spesso fin dalla prima seduta, riduzione del dolore e ripresa del movimento. Per questo è particolarmente indicata in medicina dello sport, laddove il recupero in tempi brevi è fondamentale.

SPECIFICHE TECNICHE DI SALAPIUM LASER Nd:YAG 1064 (HPLS)

  • ALIMENTAZIONE 115-230 V, 50/60 Hz +/- 10%
  • POTENZA MASSIMA ASSORBITA 75 Watt
  • SORGENTE Nd:YAG Continuo e Pulsato di alta potenza
  • LUNGHEZZA D'ONDA EMISSIONE DIODO LASER 1064 nm
  • EMISSIONE Continua, Pulsata
  • POTENZA DI PICCO CONTINUA MASSIMA  12 w +/- 20%
  • EMISSIONE MODO PULSATO 10-100%
  • FREQUENZA DI EMISSIONE 0-30 Hz
  • PROTOCOLLI MEMORIZZATI 32
  • TEMPO DI TRATTAMENTO PROGRAMMABILE Fino a 99 minuti
  • CLASSIFICAZIONE LASER IV
  • CLASSIFICAZIONE direttiva 93/42 CEE IIB
  • CLASSE DI ISOLAMENTO I BF EN 60601-1
  • GRADO DI PROTEZIONE DALL'INGRESSO DI LIQUIDI IPX0 EN 60601-1
  • DIMENSIONI 17.5 (a) x 39 (l) x 28 (p) cm
  • PESO APPARECCHIATURA 5 Kg
  • INTERFACCIA SOFTWARE  Display 8” colour touch screen

ACCESSORI IN DOTAZIONE

1 Manipolo Laser defocalizzato in fibra ottica 4 spot
1 occhiali protezione laser
1 chiavetta USB
4 distanziatori per la corretta erogazione dell'energia nel volume di trattamento

BIPOWER LUX DOPPIA FREQUENZA 6-12 W

Il laser Bipower Lux NHC è un apparecchio per laserterapia portatile con due lunghezze d’onda, 810 nm e 980 nm che lavorano in modalità combinata grazie alla emissione in contemporanea, con una potenza massima di 12 W. 

La lunghezza d’onda 810 nm ha coefficiente di assorbimento basso e capacità di penetrazione nei tessuti alta, per cui permette di ottenere un soddisfacente effetto biostimolante e antinfiammatorio. 

La lunghezza d’onda 980 nm invece è caratterizzata da un elevato effetto di assorbimento nei liquidi, con conseguente effetto antalgico locale. 
Questo apparecchio di potenza è stato realizzato utilizzando la fibra ottica come veicolante di alte potenze laser (6 e 12 W) direttamente sulla cute e senza dispersioni. La modulazione delle due lunghezze d’onda permette ottimi risultati se la laserterapia Bipower Lux NHC viene utilizzata nel trattamento di patologie superficiali in medicina generale e dermatologia e nella risoluzione di problematiche di tipo ortopedico e medico-sportivo. Grazie all'azione antalgica, antinfiammatoria, biostimolante e/o antiedemigena si ha miglioramento già dopo la prima seduta e notevole riduzione dei tempi di guarigione. Forza ed evoluzione della luce al servizio della tecnologia. Dimensioni ridotte, facilità di utilizzo e versatilità sono le peculiarità principali di questa macchina.                               

SPECIFICHE TECNICHE DI BIPOWER LUX

  • ALIMENTAZIONE 115-230 V, 50/60 Hz +/- 10%
  • LUNGHEZZA D'ONDA EMISSIONE DIODO LASER 810+980 nm
  • EMISSIONE Continua, Pulsata
  • POTENZA DI PICCO CONTINUA MASSIMA  12 w 
  • EMISSIONE MODO PULSATO 10-100%
  • FREQUENZA DI EMISSIONE 100-10000 Hz
  • PROTOCOLLI MEMORIZZATI 32
  • CLASSIFICAZIONE LASER IV
  • CLASSIFICAZIONE direttiva 93/42 CEE IIB
  • CLASSE DI ISOLAMENTO I BF EN 60601-1
  • DIMENSIONI 17.5 (a) x 39 (l) x 28 (p) cm
  • PESO APPARECCHIATURA 7.5 Kg
  • INTERFACCIA SOFTWARE  Display 8” colour touch screen

ACCESSORI IN DOTAZIONE

1 Manipolo Laser in fibra ottica
2 occhiali protezione laser
1 chiavetta USB
1 Interlock
1 Pedale con protezione piede
1 Cavo di alimentazione
2 Fusibili
1 Manuale d'uso in DVD

campi di applicazione della laserterapia

FISIOTERAPIA E RIABILITAZIONE

MEDICINA 
ESTETICA

MEDICINA 
DELLO SPORT

VANTAGGI DELLA LASERTERAPIA AD ALTA POTENZA NHC

I dispositivi LASER NHC sono stati progettati utilizzando tecnologie all'avanguardia, in modo da veicolare l’energia a profondità tissutali finora difficilmente raggiungibili. Grazie alla possibilità di lavorare in modalità pulsata, la temperatura della cute resta per tutto il tempo di trattamento di gran lunga inferiore alla soglia di danno termico, per cui il loro utilizzo è assolutamente sicuro e privo di controindicazioni. Inoltre, i nostri apparecchi per laserterapia sono portatili. Dimensioni ridotte, ma grandi risultati. Sono macchine di facile utilizzo. Infatti, sono dotati di protocolli terapeutici automatici e preimpostati, utili per chi è alle prime armi.   

Per questo con i nostri apparecchi è possibile trattare un gran numero di condizioni cliniche, quali: 
   
artrosi e processi degenerativi della cartilagine 
borsiti, sinoviti, capsuliti, epicondiliti 
edemi ed ematomi da trauma 
patologie dolorose su base degenerativa 
affezioni dei tendini 
contusioni e lesioni muscolari 
contratture 
piaghe da decubito 
sindromi adduttorie, distorsioni tibio-tarsiche, entesiti, condropatie rotulee 
rachialgie e lombalgie  

Qualunque sia la problematica, l’utilizzo dei LASER ad alta potenza NHC fa sì che ci sia una immediata riduzione del dolore dovuta all'efficacia terapeutica che arriva in profondità. I tempi di trattamento sono ridotti. La laserterapia è indicata in fase acuta, sub-acuta e cronica.

È importante ricordare che l’utilizzo di LASER ha delle controindicazioni, quali: 
irradiazione diretta di occhi, utero in gravidanza, lesioni da neoplasie, tiroide, emorragie, gangli simpatici, nervo vago, regione cardiaca in pazienti con patologie cardiache; 
trattamento di bambini al di sotto di 14 anni, soggetti con epilessia, portatori di pacemaker, diabetici e soggetti che fanno uso di farmaci fotosensibili.    

È possibile integrare efficacemente la laserterapia ad alta potenza con altre tecnologie come Onde d’Urto, Tecar e Ultrasuoni. 

Chi sceglie apparecchiature elettromedicali della NHC Medical & Beauty può far affidamento su un servizio di formazione tecnica gratuito che consente di capire come e quando associare i vari tipi di tecnologie, oltre che come ottenere prestazioni ottimali se utilizzate singolarmente.

vuoi maggiori informazioni? contattaci subito

parametri da considerare prima dell'acquisto di apparecchi per laserterapia


Nella scelta di una apparecchiatura per laserterapia che soddisfi appieno le proprie esigenze, è necessario tener conto del meccanismo di azione della laserterapia HPLS e di alcuni parametri fondamentali: lunghezza d’onda, potenza, densità di energia (o fluenza), frequenza di emissione, modalità di emissione. Tali parametri possono essere combinati in modo differente in modo da trasformare l’energia luminosa erogata in energia termica, meccanica o chimica a seconda delle necessità.

LUNGHEZZA D’ONDA 
La lunghezza d’onda influenza la penetrazione del raggio laser nei tessuti irradiati. Chiaramente a pari lunghezza d’onda tale profondità può variare in base alla composizione e consistenza del bersaglio. In generale possiamo dire che si ha maggior potere di penetrazione nel range tra 800 e 1200 nm, laddove la profondità di penetrazione aumenta quasi linearmente. I nostri apparecchi per laserterapia emetto a lunghezze d’onda entro questo intervallo.   

POTENZA 
Negli HPLS la potenza è > 500mW. Parametri importanti sono la potenza di picco, ossia la massima potenza di emissione di ciascun impulso, e la potenza media, ossia la potenza che si sviluppa in media durante l’emissione laser. I nostri apparecchi hanno potenza tra 6 e 12 W.   

DENSITÀ DI ENERGIA O FLUENZA 
Si tratta della quantità di energia rilasciata per unità di area di tessuto irradiato e deve essere tale da non indurre danni tissutali. Al momento non ci sono direttive che indicano il valore massimo di questo paramento, ma i nostri apparecchi, offrendo la possibilità di lavorare in modalità pulsata duty cycle, consentono la riduzione dell’effetto di potenza del laser (effetto fototermico che determina l’aumento della temperatura locale), mantenendo però un elevato assorbimento di energia per cm2, grazie all’assenza di dispersione tra generatore e diodo, e permettendo quindi il trattamento di grandi distretti fino a profondità di 6-7 cm.   

FREQUENZA DI EMISSIONE 
La frequenza di emissione è un altro parametro importante per la penetrazione della radiazione laser nel tessuto. Minore è la frequenza, maggiore è la capacità di penetrazione. A frequenze diverse inoltre, corrispondono effetti biologici/terapeutici diversi: 
2 - 50 Hz: effetto biostimolante; 
500 - 700 Hz: effetto antidolorifico; 
>2500 Hz: effetto antinfiammatorio; 
>5000 Hz: effetto antimicrobico.   

MODALITÀ DI EMISSIONE 
I laser possono emettere in due differenti modalità: 
continua, ossia costante nel tempo; 
pulsata, in cui gli impulsi laser sono ripetuti in frequenza per regolare la potenza e ridurre la possibilità di danno tissutale.  

Questi sono parametri fondamentali anche nella messa a punto del tipo di trattamento da eseguire in base alla problematica che si deve trattare, così come lo è la conoscenza del meccanismo d’azione secondo il quale i laser HPLS inducono effetti terapeutici.  

meccanismo d'azione della laserterapia hpls ED EFFETTI BIOLOGICI INDOTTI

La laserterapia ad alta potenza (HPLS) è una terapia fisica che va ad influenzare diversi meccanismi biologici. 
Nel momento in cui il fascio luminoso colpisce la superficie corporea, una piccola percentuale di esso viene rifressa, mentre la quasi totalità si propaga all’interno del tessuto e viene in parte assorbita e in parte diffusa. 

In base alle caratteristiche del laser utilizzato, all’intensità di luce erogata, alla modalità e frequenza di emissione e alle caratteristiche del tessuto bersaglio, si possono indurre tre diversi tipi di interazione con quest’ultimo: interazione fototermica, fotochimica o fotomeccanica.   

INTERAZIONE FOTOCHIMICA 
Vi è la conversione dell’energia erogata dal laser in energia termica, con sviluppo di calore e un sollievo immediato da dolore e rigidità localizzati a livello osteo-articolare e/o muscolare. L’aumento controllato della temperatura nei tessuti induce il miglioramento della circolazione con successivo incremento dell’apporto di ossigeno alle strutture sofferenti. Inoltre, in profondità si verifica la stimolazione del sistema linfodrenante e la modifica della pressione idrostatica capillare, che permettono il riassorbimento di liquidi interstiziali e di mediatori dell’infiammazione, con effetto antinfiammatorio/analgesico. L’entità degli effetti biologici risultanti dipende dall’assorbimento energetico di molecole quali acqua, melanina e emoglobina, pigmenti e altre macromolecole.   

INTERAZIONE FOTOCHIMICA 
L’energia assorbita dai cromofori presenti nel tessuto bersaglio induce modificazioni di tipo chimico, tali da attivare i meccanismi coinvolti nella riparazione dei danni cellulari a livello profondo. Si possono verificare ri-arrangiamenti molecolari, reazioni di attivazione enzimatica, sintesi di acidi nucleici e proteine, modulazione dell’attività delle pompe di membrana con incremento degli scambi metabolici. Si ha così l’effetto biostimolante del laser, che a valle induce anche effetto antinfiammatorio, antidolorifico e antiedema.   

INTERAZIONE FOTOMECCANICA 
L’elevata potenza di picco dei laser HPLS fa sì che onde elastiche di pressione si propaghino nella direzione e nel verso dell’impulso che le ha generate, inducendo interazione fotomeccanica. I fotoni, impattando sulla superficie dei tessuti, generano degli impulsi di pressione che simulano un micromassaggio. Si ottengono così effetti sull’omeostasi dei tessuti a vari livelli: 
sistemico, mediante aumento della riattivazione del microcircolo e aumento del drenaggio linfatico, con conseguente incremento dell’ossigenazione ed eliminazione di molecole infiammatorie e liquidi in eccesso. Si ottiene così azione antinfiammatoria, antiedema, analgesica, riparatoria e biostimolante; 
tissutale, grazie all'aumento della sintesi di collagene e all'induzione del rimodellamento matrice-tessuto e della neoangiogenesi; 
cellulare, dovuto all'incremento della sintesi di acidi desossiribonucleici e di ATP, dell’attività dei macrofagi, rilascio di fattori di crescita da parte dei fibroblasti, aumento della produzione di matrice extracellulare, aumento della proliferazione e differenziazione di cellule che intervengono nella risposta infiammatoria.

PATOLOGIE TRATTATE CON SUCCESSO CON LA NOSTRA LASERTERAPIA. 
APPARECCHI PORTATILI PER IL PAIN MANAGEMENT

Grazie agli effetti che la laserterapia ad alta potenza ha su dolore, edema e infiammazione, i nostri apparecchi professionali trovano ampio utilizzo in fisioterapia, riabilitazione, medicina estetica e medicina dello sport. Nello specifico possiamo dire che sono efficaci in ambito del pain management, nel trattamento delle seguenti patologie.   

PATOLOGIE OSTEO-ARTICOLARI

La laserterapia HPLS può essere utilizzata nel trattamento di queste patologie dall’elevato impatto sulla qualità della vita e che affliggono soprattutto individui in età matura, per alleviare la sintomatologia dolorosa, aumentare la funzionalità scheletomotoria, ridurre edema periarticolare.    

PATOLOGIE POST-TRAUMATICHE O DA SOVRACCARICO

I danni traumatici a carico dei tessuti molli, quali i muscoli, possono essere trattati con la laserterapia, in quanto questa promuove specifici meccanismi biologici a livello cellulare e tissutale tali da promuovere la rigenerazione e il recupero funzionale dei tessuti trattati. È dunque una tecnica particolarmente importante nella Medicina dello Sport.  

TENDINOPATIE

Le patologie che interessano i tendini e le zone annesse sono molto comuni negli atleti e negli individui che svolgono attività che prevedono movimenti ripetitivi. Con i laser HPLS NHC si può ridurre la sintomatologia dolorosa in tempi brevi per velocizzare il ritorno alle attività di routine, siano esse agonistiche, lavorative o di altra natura.   

EDEMI ED EMATOMI DA TRAUMI

L’azione della laserterapia sul miglioramento del microcircolo e del drenaggio linfatico può essere di notevole aiuto nel trattamento di eventi spesso associati a traumi, quali edemi (accumuli di liquidi interstiziali correlati a condizioni patologiche del sistema linfatico) ed ematomi (accumuli di sangue al di fuori dei vasi dovuti a danni delle pareti di vene, arterie o capillari).   

APPROFONDIMENTI

https://www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed/?term=laser+high+power+therapy 
https://www.albanesi.it/medicina-sportiva/laserterapia.htm 
https://it.wikipedia.org/wiki/Laser 
https://www.mdmfisioterapia.it/terapie/laserterapia-roma/