IDROCOLONTERAPIA

Descrizione

CHE COS’È L’IDROCOLONTERAPIA

 

L’idrocolonterapia è una tecnica che consiste in un lavaggio profondo e completo del grosso intestino ingrado di depurare le pareti intestinali dalle scorie che vi aderiscono,­ripristinando­ e riattivando­ le normali funzionalità della mucosa del colon ed i suoi processi­ vitali. Il ­mantenimento di un ecosistema intestinale equilibrato è di fondamentale importanza­ per la salute poiché­ in grado­ di svolgere funzioni essenziali per il benessere dell’intero organismo mentre una sua anormale­ funzione è fattore predisponente a molte patologie.

Questa metodica, che non comporta disagi per il paziente, consente in associazione ad uno stile di vita equilibrato il raggiungimento in tempi rapidi del benessere intestinale e di conseguenza dell’intero organismo. Dall’esigenza di coniugare praticità di utilizzo ed efficacia di trattamento nasce il dispositivo Natrix NEWCOLON.

DESIGN

Il dispositivo per Idrocolonterapia NEWCOLON è stato progettato da Natrix valutando­attentamente­ tutti­ gli aspetti del trattamento, al fine di realizzare un macchinario performante­ ed evoluto. Nello studio del dispositivo­ è stata prestata particolare attenzione­ alla praticità d’uso, a favore della quale concorre anche­ il design pulito, con pochi comandi­ essenziali, disposti­ in modo logico e funzionale. La cura dei particolari non è stata risparmiata anche sul piano estetico.

NEWCOLON è un dispositivo veramente compatto e leggero, senza batterie interne, adatto anche ai centri medici con più ambulatori. Nella parte superiore del dispositivo si trovano due pratiche­ maniglie laterali per separare il corpo macchina dal carrello inferiore, dotato di 4 robuste ruote bloccabili. Tutta la struttura è in metallo verniciato.

 

TECNOLOGIA

Il dispositivo è gestito da un firmware proprietario che ne guida e semplifica l’uso automatizzando­ gran parte delle operazioni. Le manovre da eseguire in modo manuale­ sono descritte con chiare­ e semplici indicazioni sul display. Per gli utenti più esperti è possibile­ modificare, entro i limiti di sicurezza, buona parte dei parametri di funzionamento in modo tale da adattare il trattamento alle specifiche esigenze.

  • possibile, ad esempio, cambiare i limiti di lavoro, gli allarmi, l’intensità dell’illuminazione del display o del visore, scegliere tra le diverse lingue del software d’interfaccia.

L’interazione con il dispositivo avviene principalmente tramite pochi comandi a pulsante­ (con relative spie luminose), un display touch screen e due rubinetti. Le funzioni principali­di irrigazione­ e scarico sono avviate tramite i pulsanti e i rubinetti. L’uso del touch screen­è richiesto solamente per le funzionalità secondarie e le impostazioni. In aggiunta il dispositivo­ emette segnali acustici­ con toni diversificati che aiutano ulteriormente­l’esecuzione­ delle operazioni e richiamano l’attenzione­ dell’operatore quando necessario.

Un ergonomico comando a distanza, ancorabile tramite una clip, permette al paziente di gestire­ in autonomia­ il ciclo di irrigazione e scarico; lo stato è indicato tramite due LED. Quando non utilizzato,­ può essere riposto nel relativo alloggiamento.

 

SICUREZZA

 

Precisi sensori elettronici rilevano ed inviano costantemente al microprocessore i valori di pressione­ etemperatura­ dell’acqua erogata per la massima sicurezza del trattamento. Questi valori vengono­ visualizzati­ sul display, così come un timer impostabile che indica il tempo restante al completamento della terapia. Poiché l’irrigazione è la fase che richiede maggiore attenzione dal punto di vista della sicurezza del ­dispositivo, sono stati introdotti diversi controlli ridondanti sui parametri di trattamento.

 

  • La pressione è limitata da un regolatore, da una valvola di sicurezza e dal controllo elettronico­ che interviene aprendo lo scarico in caso di superamento del limite di sicurezza.
  • Il flusso è regolato e visualizzato su un flussimetro. Le strozzature e la bassa pressione in uscita fissano comunque il limite massimo a 2 l/min.
  • La temperatura è regolata da un miscelatore termostatico. Duplici sensori elettronici limitano i valori nel range compreso tra 25 °C e 38 °C, intervenendo con l’apertura dello scarico in caso di superamento dei limiti.
  • I colpi d’ariete sono limitati dagli stessi elementi che controllano la pressione, come il rubinetto­ di apertura­ manuale e graduale e dal regolatore del flusso di irrigazione.
  • La durata della terapia viene controllata dal timer elettronico ed interrotta al raggiungimento­ del tempo impostato.
  • La qualità dell’acqua immessa nel paziente è garantita da un filtro medicale certificato, con membrana­ filtrante da 0,2 μm che protegge­ contro particolato e agenti patogeni­come Legionella spp. e ­Pseudomonas spp. Il filtro ha una durata nominale di 62 giorni di utilizzo quotidiano ed è l’ultimo elemento­ prima del paziente. Inoltre tutti i componenti idraulici del circuito­ di irrigazione­ sono composti­ da materiali­ che non portano a contaminazione­. Il filtro acqua­ può essere sostituito direttamente all’operatore­ attraverso un pratico sportellino,­ non è pertanto necessario l’intervento di un tecnico esterno. L’acqua di irrigazione inoltre è galvanicamente separata dalle parti elettriche.
  • L’isolamento dalla rete elettrica è garantito da un alimentatore certificato medicale in classe 2. Questo consente la corretta separazione galvanica tra la rete elettrica ed i circuiti interni del dispositivo.

 

TELECAMERA INTEGRATA

 

All’interno del dispositivo è possibile installare una telecamera IP ad Alta Definizione in grado di filmare­ il ­materiale in uscita dal paziente. Il filmato può essere comodamente riprodotto­ ed ­acquisito ­tramite Personal­ Computer,­ Smartphone o Tablet per una valutazione immediata­ o per l’archiviazione­ in formato digitale della terapia.

 

IMMISSIONE DI PROBIOTICI

 

Il dispositivo è dotato di asta di supporto per sacche o bottiglie fino a 1000ml per l’immissione di fermenti­ o sostanze probiotiche al paziente.

LAVAGGIO AUTOMATICO

 

Il lavaggio finale del circuito idraulico avviene in modo quasi completamente automatico;­ l’operatore­ deve

 

semplicemente inserire l’innesto rapido nello stesso raccordo usato per la specola­ ed agire sul rubinetto­ di scarico quando richiesto. La necessaria disinfezione del dispositivo è garantita dall’uso di un battericida solubile in acqua con certificazione medicale. Una pompa interna alla macchina con portata regolabile, si occupa di prelevare il disinfettante e di ­miscelarlo con l’acqua presente nel circuito idraulico interno. È infatti previsto l’alloggiamento di una bottiglia­ da 2000ml, collegata al dispositivo tramite tubetto in gomma.

 

PRELIEVO DI CAMPIONI BIOLOGICI (opzionale)

  • possibile effettuare il prelievo del materiale biologico solido e liquido attraverso uno­ specifico­ sistema di separazione e raccolta.

 

INGRESSI IDRAULICI

Ingresso per acqua fredda e calda, tramite raccordo rapido per tubo 8×6 mm.

 

SCARICO IDRAULICO

Tramite raccordo da 1 pollice.

 

ALIMENTAZIONE

 

Il dispositivo funziona con una tensione di 24Vcc – 2,5A. Consumo massimo: 60W.

 

PESO

 

Peso complessivo: 38 Kg, di cui: il dispositivo 26 Kg mentre il carrellino di supporto 12 Kg.